CGIL, CISL E UIL: SABATO 9 A ROMA, #FUTUROALlAVORO, DALLE MARCHE OLTRE 4MILA TRA LAVORATORI E PENSIONATI
 

 
Cerca nel sito

Site Search   

ufficiostampa@marche.cgil.it

   

   

     
   
     
 

 

CGIL   CISL   UIL

Segreterie regionali Marche

 

CGIL, CISL E UIL: SABATO 9 A ROMA, #FUTUROALLAVORO,

DALLE MARCHE  OLTRE 4MILA TRA LAVORATORI E PENSIONATI

 

Ancona, 8 febbraio 2019 - #FuturoalLavoro: è lo slogan della manifestazione nazionale, promossa da Cgil, Cisl e Uil, in programma sabato 9 febbraio a Roma: il concentramento è previsto per le ore 9 a Piazza della Repubblica, il comizio conclusivo alle 11 in Piazza San Giovanni in Laterano. Dalle Marche partiranno oltre 4mila tra  lavoratori  e pensionati; per l’occasione, sono stati organizzati un treno speciale e decine di pullman.

Le ragioni della protesta sono molteplici. Si comincia dal lavoro e dallo sviluppo per i quali i sindacati chiedono più investimenti pubblici, che aumentino occupazione, crescita e sviluppo, si prosegue con il fisco per il quale si chiedono meno tasse su lavoratori e pensionati e lotta all’evasione mentre si dice no a Flat tax e condoni. Un altro capitolo importante riguarda la necessità di garantire i livelli essenziali delle prestazioni relative ai diritti civili e sociali dei cittadini in maniera uniforme, a partire dall’istruzione alla sanità.

Per quanto concerne le pensioni, si chiede il superamento della legge Fornero, con flessibilità in uscita a 62 anni, 41 anni di contribuzione a prescindere all’età per tutti, quindi la pensione di garanzia per i giovani, tutela delle donne, risposte per lavori di cura, discontinui, usuranti e gravosi.

Cgil, Cisl e Uil affrontano anche il tema della povertà sollecitando un sistema che preveda strumenti di natura economica e il rafforzamento delle reti sociali. Per la sanità, i sindacati sostengono la necessità di aumentare in modo progressivo il finanziamento del Servizio sanitario nazionale e di eliminare i super ticket. Per istruzione e conoscenza , si chiedono più fondi e investimenti e, infine, per la pubblica amministrazione si chiedono più risorse per il rinnovo dei contratti e la necessità di un piano straordinario di assunzioni.

Alla manifestazione partecipano Maurizio Landini, segretario Cgil nazionale, Annamaria Furlan, segretaria nazionale Cisl e Carmelo Barbagallo, segretario nazionale Uil.