SAN BENEDETTO DEL TRONTO, CONGRESSO SPI CGIL MARCHE: AL VIA OGGI E DOMANI I LAVORI DELL’ASSISE CON IL SEGRETARIO GENERALE CERRI

 SPI CGIL Marche   SAN BENEDETTO DEL TRONTO, CONGRESSO SPI CGIL MARCHE: AL VIA OGGI E DOMANI I LAVORI DELL’ASSISE CON IL SEGRETARIO GENERALE CERRI Si è aperto oggi a San Benedetto del Tronto il XII congresso regionale dello Spi Cgil Marche,  il sindacato dei pensionati: a dare il via ai lavori, il segretario generale Elio Cerri, presente il segretario nazionale Attilio Arseni.Il congresso Spi Cgil Marche rappresenta una tappa importante nel percorso che il sindacato dei pensionati della Cgil sta portando avanti con la Regione Marche. In particolare, al centro del dibattito della due giorni di San Benedetto, è la vertenza sul Piano socio-sanitario: lo Spi, da tempo, denuncia ritardi e inadeguatezze del Piano vigente, soprattutto per i servizi agli anziani,  per le liste di attesa e  per la mancata realizzazione degli ospedali unici e delle Case della salute.  Sino ad oggi, infatti, non è ancora chiaro il numero delle Case della salute funzionali: una situazione che crea disagi e incertezze dal momento che queste strutture vanno a sostituire servizi sanitari che, al momento, non sono  fruibili.Sempre con la Regione, invece, lo Spi Cgil sta portando avanti in sinergia con l’ente, un programma di promozione, per la prima volta nelle Marche, a favore dei vaccini in generale: una campagna di sostegno, che punta alla maggiore diffusione possibile della copertura vaccinale, specialmente tra gli anziani che sono tra i soggetti più fragili.Con la Regione, inoltre, lo Spi ha compiuto  passi avanti, per esempio sul fronte della prevenzione,  su quello dell’aumento dei posti letto nelle residenze per anziani, sull’istituzione di Centri diurni per malati di Alzheimer.Lo Spi Cgil, poi, sta anche monitorando la situazione in cui versano le diverse centinaia di Residenze protette presenti nelle Marche: un monitoraggio, in stretta collaborazione con l’Osservatorio nazionale dello Spi, per constatare le dimensioni, l’accoglienza e la qualità del servizio.Per quanto riguarda il sisma, il sindacato pensionati da subito si è impegnato a sostegno delle popolazioni colpite, anzitutto supportandole  nello svolgimento delle pratiche quotidiane, consegnando  loro due pulmini per uso ufficio e due Panda 4 per 4 per il trasporto nei territori colpiti. Dichiara Elio Cerri, segretario generale Spi Cgil Marche: <Resta la preoccupazione per tutti gli anziani che sono stati costretti ad abbandonare le proprie dimore e che ora, con le casette, si trovano ancora una volta nella condizione di lasciarle perché alcune non sono a norma>. Infine, per quanto concerne la Regione, Cerri auspica <un più proficuo confronto, specie sui temi relative alla terza età e non solo>.  

Lascia un tuo commento