IL LAVORO E LA CRISI NELLE MARCHE – 26 MILA DOMANDE DI ASPI, INDENNITA’ DI DISOCCUPAZIONE E MOBILITÀ NEL PRIMO TRIMESTRE 2014

CGIL Marche  IL LAVORO E LA CRISI NELLE MARCHE 26 MILA DOMANDE DI ASPI, INDENNITA’ DI DISOCCUPAZIONE E MOBILITÀ NEL PRIMO TRIMESTRE 2014  Se per il lavoro il 2013 è stato un anno drammatico, con una disoccupazione che nelle Marche ha raggiunto il 12,4%, il 2014 è iniziato nel peggiore dei modi. Nel primo trimestre dell’anno, alle ore di cassa integrazione richieste, prepotentemente salite a 13,9 milioni, equivalenti al mancato lavoro di 28.000 persone a tempo pieno, si sommano i numeri ancora più drammatici di coloro che un lavoro lo hanno già perso.  Da gennaio a marzo 2014 sono già pervenute all’INPS 26.200 richieste di indennità di ASPI (assicurazione sociale per l’impiego che ha sostituito l’indennità di disoccupazione), disoccupazione e mobilità. Si tratta in particolare di 19.500 domande di ASPI e domande residue di indennità di disoccupazione ordinaria, ben 7.400 in più rispetto all’anno scorso (+62,0%). L’incremento ha interessato l’intero territorio marchigiano ed è stato particolarmente significativo nelle zone di Ancona, Fermo, Tolentino, Urbino e Jesi. A queste si aggiungono oltre 4.900 domande di Mini ASPI (900 nel 2013, ma il dato non è raffrontabile tra le due annualità), la misura che ha parzialmente sostituito l’indennità di disoccupazione a requisiti ridotti.  Ai numeri di coloro che perdono il lavoro a causa di licenziamenti individuali o per la scadenza del termine del contratto, si aggiungono quelli di coloro che sono stati licenziati a seguito di licenziamenti collettivi secondo la Legge 223/91: hanno richiesto l’indennità di mobilità oltre 1.800 lavoratori e lavoratrici, in calo rispetto al 2013 ma comunque superiori al 2012. “Questi numeri descrivono un sistema produttivo in forte difficoltà e massacrato dagli effetti della crisi; numeri che ci parlano della condizione ormai insostenibile per migliaia di lavoratori e lavoratici” – dichiara Daniela Barbaresi della Segreteria della CGIL Marche – . Numeri destinati a peggiorare ulteriormente se il Governo non provvede tempestivamente a rifinanziare gli ammortizzatori in deroga; infatti, il mancato o tardivo finanziamento della cassa integrazione in deroga potrebbe determinare un ulteriore aggravamento della disoccupazione che nella nostra regione ha raggiunto livelli record”.   Domande di ASPI, Mini Aspi, disoccupazione e mobilità pervenute all’INPS Primo trimestre 2013 e 2014   2014 2013 diff.  2014-13 %  2014/13 Aspi e indennità di disoccupazione 19.507 12.038 7.469 62,0% Mini Aspi* 4.941 990 3.951 399,1% indennità di mobilità 1.769 2.683 -914 -34,1% Totale 26.217 15.711 10.506 66,9% Dati INPS Marche- Elab. IRES-CGIL Marche * non raffrontabile con anno precedente 

Lascia un tuo commento