In sintesi le principali novità in termini di incentivi occupazione 2024 introdotti dalla Legge di Bilancio n.213/2023.

  1. Misure per i giovani e le donne: Alcuni incentivi del 2023 non sono stati rinnovati. Questo significa che non ci saranno più esenzioni totali dai contributi per i giovani sotto i 36 anni, le donne, e i NEET (giovani che non studiano e non lavorano).
  2. Superdeduzione del costo del lavoro: È incerto se il bonus fiscale per i datori di lavoro che assumono persone a tempo indeterminato o lavoratori “svantaggiati” nel 2024 avrà l’effetto sperato. Si nota una mancanza di politiche per ridurre le disuguaglianze di genere nel lavoro e negli stipendi.
  3. Incentivi per le donne vittime di violenza: È importante ampliare il numero di donne che possono beneficiare degli incentivi per le assunzioni. Dovrebbe esserci un modo per far incontrare domanda e offerta di lavoro, rispettando l’anonimato e le esigenze delle vittime di violenza. Qui, i centri antiviolenza e i servizi pubblici locali possono giocare un ruolo chiave.
  4. Reddito di libertà: È positivo che ci sia un aumento del finanziamento per le donne vittime di violenza a 10 milioni di euro fino al 2026. Si spera che non si riduca a 6 milioni di euro nel 2027, ma rimanga a 10 milioni.
  5. Esclusione da alcuni sgravi fiscali: Le lavoratrici madri con contratti a tempo determinato, libere professioniste, lavoratrici autonome, domestiche, o senza figli o con un solo figlio, non sono incluse negli sgravi fiscali, creando disuguaglianze.
  6. Giovani e loro futuro: Manca un’attenzione complessiva alle esigenze dei giovani in Italia, soprattutto per quanto riguarda l’istruzione e il futuro lavorativo. Molti giovani hanno lasciato l’Italia in cerca di migliori opportunità. L’Italia ha il più alto numero di NEET in Europa e offre poche opportunità alle nuove generazioni. La situazione potrebbe non migliorare con la nuova Legge di Bilancio.

Clicca QUI per accedere al commento integrale alla Legge di Bilancio.

Scarica il volantino con le principali novità sugli incentivi alle assunzioni.