ANCHE NELLE MARCHE IL COMITATO PER L’ABOLIZIONE DEGLI OSPEDALI PSICHIATRICI GIUDIZIARI

CGIL Marche  StopOPG Marche    Nasce anche nella Regione Marche il Comitato StopOPG per la campagna “Un volto, Un nome”, al quale hanno aderito finora 25 organizzazioni tra cui CGIL Marche, Antigone, CNCA, Consulta Regionale Salute mentale, Psichiatria democratica, ACLI, Cittadinanza attiva, Forum terzo settore, Auser, Unasam. Nel marzo 2013 gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari, l’orrore che conosciamo grazie all’indagine della commissione parlamentare Marino, chiuderanno definitivamente.Elemento centrale  della campagna “Un volto Un nome”  per la nostra regione, è che dei 18 cittadini attualmente ancora internati negli OPG [1]  6 sono già da tempo dichiarati dimissibili ed invece vivono dimenticati, violentati nel diritto o di essere curati e riabilitati, o messi in condizione di scontare la propria pena per una totale e piena riabilitazione sociale. La Regione Marche,  i territori ed i servizi di competenza, non debbono perdere più un solo giorno,  per restituire dignità a questi cittadini per i quali il Comitato StopOPG ha l’obiettivo di essere garante di una certa, pronta, e positiva risoluzione della violazione della libertà che continuano a subire. L’altro fronte sul quale il Comitato StopOPG tiene alta l’attenzione, è il controllo sulla gestione dei fondi (120 + 40 milioni di euro per tutto il territorio nazionale) che lo Stato ha destinato allo smantellamento dei 6 OPG.Di questi fondi neanche un solo euro dovrà andare, a finanziare nuovi  OPG: né grandi né piccoli, né privati né  pubblici. Questi fondi andranno totalmente utilizzati per il reinserimento reale dei nostri 18 cittadini ancora internati, costruendo una rete virtuosa di tutto il sistema psichiatrico della regione Marche, anche con forme sperimentali e di ricerca,  che vedano  la collaborazione fattiva dei Servizi del territorio, degli operatori, delle associazioni di utenti e familiari e del terzo settore.Su questi temi il Comitato StopOPG delle Marche avvia una campagna che lo vede impegnato sia nei rapporti istituzionali, sia sul piano culturale ed informativo, affinchè nessun cittadino della nostra regione sia mai più internato in un OPG, affinchè nessun OPG sia mai realizzato nella nostra regione, affinchè nella nostra regione non si compiano scelte di politica sociale e sanitaria lesive della libertà individuale.Per informazioni, iniziative, contatti e collaborazioni si può contattare la portavoce regionale Laura Stopponi all’indirizzo mail fermo.lega.spi@marche.cgil.it, o al cellulare 348.0966373 [1] 1  OPG di  Castiglione delle  Stiviere, 14 OPG di Reggio Emilia, 1 OPG di Montelupo Fiorentino,  1 OPG di Napoli, 1 nella CCC femminile di Sollicciano  Il Comitato StopOPG – Marche CGIL Marche AntigoneCNCA Unasam Libera.mente Cittadinanza attiva Auser Psichiatria Democratica Conferenza Volontariato e Giustizia Garante Regionale CarceriCSVIRS Aurora Cooperativa Ama Aquilone Ass.ne “La Speranza” Ass.ne “L’arcobaleno” Ass.ne “GLATAD” Coop. Soc. “Labirinto”NON + Universitari AnconaNON + Studenti medi Ass.ne ITACA Ass.ne YA BASTA’ Marche Forum Terzo Settore MarcheACLI Regione Marche “Perché no” Magazine Consulta Salute Mentale Marche Rassegna Malati di Niente Comunità alloggio Soteria 

Lascia un tuo commento