CGIL MARCHE: DA DOMANI “IN MARCIA PER IL LAVORO”. IL 9 APRILE AD ANCONA LA SEGRETARIA NAZIONALE, CAMUSSO

CGIL Marche  CGIL MARCHE: DA DOMANI “IN MARCIA PER IL LAVORO”. IL 9 APRILE AD ANCONA LA SEGRETARIA NAZIONALE, CAMUSSO “In marcia per il lavoro’ “ è  il titolo di un serie di iniziative che la Cgil Marche organizza per tutto il mese di marzo sino al 9 aprile quando arriverà ad Ancona la segreteria generale Cgil, Susanna Camusso.“E’ una marcia virtuale con tante iniziative legate da un filo rosso – dichiara Gianni Venturi, segretario generale Cgil Marche presentando oggi il programma nel corso di una conferenza stampa -. Il filo rosso è appunto quello del lavoro: quello che non c’è, quello che si è perso e non si ritrova; quello dei giovani, delle donne; il lavoro nell’industria, nel commercio, il lavoro nei servizi alla persona, nei cantieri, nelle scuole  e negli ospedali”.Il calendario è ricco. Si parte da domani, ad Ancona, alla facoltà di Ingegneria, e ad Urbino, alla Facoltà di Economia, con i colloqui di lavoro per i “Giovani non piu’ disposti a tutto”; si prosegue il 12 a Casette d’Ete con un convegno su “Stato di emergenza, sviluppo sostenibile ed occupazione”, a Urbania (Pu) con “Lavoro e sviluppo nelle aree interne”, a Civitanova Marche con “La festa non si vende: il lavoro nel commercio e nella grande distribuzione organizzata”.Il successivo appuntamento è per il 16, ad Ascoli Piceno, con “L’Italia non un è Paese per donne: Costituzione, donne, lavoro”. Il 17 sarà la volta di San Benedetto del Tronto con “Il lavoro non è una merce: lavoro, democrazia, diritti”.Il 21 a Pesaro ci sarà “Lavoro e Welfare: cooperazione sociale e servizi alla persona”; ad Ancona “Il porto, il cantiere, la città: crisi e prospettive”; a Senigallia, “Globalizzazione e diritti: lavorare contro il razzismo”.Il 25 ad Appignano (Mc) ci sarà “Il lavoro e la crisi nel settore del mobile”, il 26 ad Ascoli Piceno “Crisi del Piceno e ruolo del sistema creditizio”. Quindi, il 31 a Mondolfo (Pu) “La crisi nel settore della nautica”.

Lascia un tuo commento