OdG del Comitato Direttivo della FLC-CGIL delle Marche del 27 giugno 2012 In difesa dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “G.B. Pergolesi” di Ancona”

FLC CGIL Marche  OdG  del Comitato Direttivo della FLC-CGIL delle Marche del 27 giugno 2012 “In difesa dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “G.B. Pergolesi” di Ancona” Il Comitato Direttivo della FLC-CGIL delle Marche lancia un appello alle istituzioni ed a tutta la società civile in difesa dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “G.B.Pergolesi “ di Ancona affinché sia ricercata ogni soluzione utile ad evitarne la chiusura. In Italia esistono 20 istituti musicali pareggiati pienamente riconosciuti all’interno del sistema dell’Alta Formazione Artistica e Musicale.  Questi istituti rischiano la chiusura da qui ai prossimi anni a causa dei tagli imposti agli Enti Locali che in tutti casi risultano essere gli unici finanziatori e gestori di tali istituzioni.  L’Istituto di Ancona già da due anni subisce tagli dai propri enti finanziatori (Comune di Ancona, Provincia di Ancona e Regione) che ne hanno compromesso la gestione dei bilanci e messo in crisi la struttura degli organi istituzionali. Quattordici docenti e tre componenti del personale ATA e di custodia sono di fatto precarizzati,  perché non hanno avuto riconosciuti gli ultimi rinnovi contrattuali e non hanno alcuna certezza dal mese di luglio in poi circa lo stipendio.  Nonostante la legge di riforma dei conservatori n. 508/99 preveda la statizzazione degli Istituti Musicali Pareggiati, non sono ancora stati emanati i provvedimenti attuativi diretti a tal fine, né lo Stato ha individuato ad oggi le necessarie forme di sostegno in favore di queste istituzioni pur a fronte dell’innegabile e fondamentale servizio svolto da queste sul territorio, anche al fine di  riconoscere ai lavoratori pari diritti in termini giuridici ed economici.  E’ necessaria l’adozione di politiche attive nazionali e locali per sostenere l’ingresso degli IMP nel sistema statale, e si deve procedere con urgenza  nei riguardi delle istituzioni a rischio chiusura come l’Istituto anconetano,  istituto che peraltro gode del percorso agevolato individuato dalla stessa legge n. 508/99, che all’art. 2 c.7 lettera e) stabilisce la statizzazione in via prioritaria delle istituzioni pareggiate collocate nei capoluoghi regionali privi di conservatorio.  Per difendere il diritto allo studio degli studenti e per difendere il personale lavoratore, per conservare un presidio storico di alta formazione musicale nel capoluogo e mantenere la filiera formativa  presente sul territorio, il Comune e la Provincia di Ancona e Regione devono continuare ad impegnarsi affinché l’Istituto “Pergolesi” di Ancona continui il proprio servizio anche nelle forme possibili di accorpamento con il conservatorio statale di Pesaro; deve altresì essere sviluppata  una attenta analisi della situazione rispetto ai problemi generati dall’accorpamento nell’ottica della   creazione di un sistema regionale dell’AFAM, fornendo risposte concrete sul destino dei lavoratori del settore e l’organizzazione dell’offerta formativa sul territorio.  

Lascia un tuo commento