Cgil Marche e Ancona: gravi atti vandalici, questa mattina, alla sede del capoluogo regionale

Questa mattina, la sede della Cgil Marche e della Camera del Lavoro di Ancona sono  state trovate vandalizzate con scritte inaccettabili e deliranti.

Paragonare la Cgil e tutto il sindacato confederale  al nazismo significa non conoscere la storia del movimento sindacale italiano ed il contributo politico

e in vite umane pagato proprio dalle organizzazioni dei lavoratori durante il nazi fascismo.

Le sedi del sindacato sono luoghi di accoglienza e democrazia; gesti di questo tipo non faranno che rafforzare le nostre convinzioni anche in ragione

del ruolo svolto durante la lunga fase di emergenza.  La pandemia da Covid  ha ucciso e continua ad uccidere e per questo rivendichiamo e confermiamo

 le nostre idee ed il nostro massimo impegno per il sostegno alle campagne vaccinali e alla diffusione del vaccino nel mondo, sopratutto nelle aree più povere.

Cgil Cisl Uil delle Marche non si fermeranno di fronte a queste intimidazioni.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.