Gravissimo assalto alla Cgil nazionale: nelle Marche, sedi aperte e presidiate

L’assalto alla sede della CGIL nazionale è un atto ignobile e di inaudita gravità. Un atto di vero e proprio squadrismo fascista in quello che è un luogo simbolo di diritti e libertà. Un attacco alla democrazia e a tutto il mondo del lavoro che riporta alla memoria periodi bui che non devono ripetersi e da condannare fermamente.

E per respingere e condannare questa aggressione domani le Camere del Lavoro della CGIL nelle Marche, come nel resto del Paese, saranno aperte e presidiate.

Contemporaneamente domani alle ore 10, l’Assemblea Generale della CGIL nazionale è convocata d’urgenza davanti alla sede a Roma in Corso d’Italia per decidere tutte le iniziative necessarie per rispondere con fermezza a questo gravissima aggressione.

Chiediamo a tutte le Istituzioni, e in particolare a Prefetture e Questure, di vigilare sulla sicurezza delle nostre tante sedi a tutela dell’agibilità sindacale e a garanzia dell’incolumità di coloro che vi lavorano.

La CGIL ha resistito e resisterà sempre e continuerà con forza ad essere protagonista della difesa dei valori democratici, della libertà e dei diritti dei lavoratori e lavoratrici.

E’ però necessario che in questo momento delicatissimo per il Paese, tutte le forze democratiche e antifasciste del Paese uniscano le loro forze per difendere i diritti costituzionali e le libertà e per impedire che altri episodi di violenza possano ripetersi

Vogliamo poi ringraziare tutti coloro che, a titolo personale o in rappresentanza di associazioni, forze politiche e sindacali, in queste ore hanno voluto esprimere la loro solidarietà alla CGIL.

Ancona, 10 ottobre 2021

La Segreteria della CGIL Marche

Lascia un tuo commento