SANITA’ MARCHE, PERTOLDI (FP CGIL MARCHE): “PRIMA DEI NOMI, MEGLIO PARTIRE DAI PROBLEMI”

 FP CGIL Marche SANITA’ MARCHE, PERTOLDI (FP CGIL MARCHE): “PRIMA DEI NOMI, MEGLIO PARTIRE DAI PROBLEMI” “Prima di parlare di nomi e poltrone sarebbe necessario partire dai problemi”. E’ quanto sostiene Alessandro Pertoldi, segretario generale Fp Cgil Marche, a proposito delle previste nomine ai ruoli di vertice della sanità marchigiana. “Con l’avvio della nuova legislatura – continua Pertoldi –  sarebbe opportuna una valutazione sull’assetto complessivo della sanità marchigiana, sul suo modello organizzativo, su ciò che funzione e su ciò che invece sarebbe importante correggere. Solo dopo vengono i nomi di coloro che dovranno gestire le scelte individuate”.Questa riflessione sulla sanità e sul suo modello organizzativo “andrebbe fatta coinvolgendo i diversi soggetti della rappresentanza sociale ed istituzionale, comprese le organizzazioni dei lavoratori: questo è l’invito che ci sentiamo di rivolgere al Presidente della Giunta Regionale”.Secondo Pertoldi, “nel modello organizzativo, le cose da correggere sono diverse, come il venir meno di una visione programmatica nella gestione delle scelte a livello di Giunta, un rapporto da rivedere tra le diverse aziende sanitarie e ospedaliere, un rapporto diverso tra l’Asur e le Aree Vaste, che consenta maggior autonomia ai territori, garantendo un ruolo vero sia alle istituzioni locali che alle rappresentanze sindacali aziendali e territoriali.”Ma c’è anche dell’altro. La Fp Cgil Marche si dice “ preoccupata” del fatto che “negli avvicendamenti programmati, possano essere disperse quelle esperienze positive che, in alcuni territori, erano state avviate, fermo restando che il sindacato non ha titolo, e non vuole, entrare nella discussione sulle nomine che devono essere fatte autonomamente e con la responsabilità di chi ne è preposto, auspicando che ciò avvenga nella massima trasparenza e con il criterio esclusivo della competenza”. 

Lascia un tuo commento