MARCHE: il 2013 si apre con il doppio delle ore di CIG rispetto a gennaio 2012

CGIL Marche   IRES Marche   Dai dati resi noti dall’INPS ed elaborati dall’IRES Marche risulta che a gennaio 2013 sono stati richiesti nelle Marche 3,1 milioni di ore di CIG, di cui 1 milione di CIG ordinaria, 1,4 milioni di CIG straordinaria ed 709mila ore di CIG in deroga. Le ore autorizzate sono diminuite del 14,7% rispetto al dato di dicembre 2012 ma sono più del doppio rispetto a gennaio 2012. Di seguito, le tendenze per le varie componenti della CIG: Le ore di CIG ordinaria richieste ed autorizzate a gennaio 2013 sono quasi raddoppiate rispetto al gennaio del 2012 e diminuite rispetto al dicembre dello stesso anno (-18,2%), sebbene nel settore chimico le ore siano quasi triplicate. Nei settori della meccanica e del mobile, le ore di CIG ordinaria a gennaio 2013 sono più che raddoppiate rispetto a gennaio 2012 arrivando, rispettivamente, a 459mila e 175mila. Molto consistenti sono gli incrementi  per il settore del tessile –abbigliamento (22mila euro) e della chimica (84mila ore) dove le ore di CIG risultano quadruplicate. Anche nel settore della pelle si ha un incremento importante (+61,6%, 122mila ore). Anche  le ore di CIG straordinaria diminuiscono nel gennaio 2013 rispetto a dicembre 2012 (-5,7%) ed aumentano rispetto a gennaio 2013 fino quasi a raddoppiare. Nonostante la riduzione complessiva tra dicembre e gennaio, si osservano anche importanti incrementi della CIG straordinaria per il settore del mobile (+39,6%), della meccanica (+30,4%) e della chimica, dove le ore di CIG straordinaria arrivano a raddoppiarsi. Tra gennaio 2012 e gennaio 2013 l’aumento più consistente riguarda il settore del mobile (287mila ore) dove le ore di CIG straordinaria sono quadruplicate. Rilevante anche l’aumento per il settore della meccanica (686mila ore) ed alimentare (18mila ore) in cui si registra un raddoppio delle ore. Importanti anche gli incrementi per la chimica (45mila ore, +63,5%) ed il calzaturiero (80mila ore, +69,9%). A gennaio si riducono le ore di CIG in deroga rispetto a dicembre 2012 (-24,4%) mentre si quadruplicano rispetto al gennaio 2012, soprattutto per il tessile (121mila ore) e la chimica (20mila ore). “Si tratta di dati particolarmente preoccupanti – osserva Daniela Barbaresi, segretaria regionale Cgil -. Proprio per questo è necessario ed urgente che il prossimo Governo riparta dal lavoro”.   MARCHE gen.2012 dic.2012 GEN.2013 %gen.’13/ dic.’12 %gen’13/ gen’12 Ordinaria 501.504 1.223.963 1.000.914 -18,2% 99,6% Straordinaria 719.829 1.490.758 1.405.576 -5,7% 95,3% Deroga 182.614 939.117 709.579 -24,4% 288,6% TOTALE 1.403.947 3.653.838 3.116.069 -14,7% 122,0% Fonte: elaborazione IRES-CGIL Marche su dati INPS 

Lascia un tuo commento