E’ un protocollo, firmato da Cgil Marche, Cgil Nuovi Diritti, Arcigay Agorà Pesaro, Arcigay Comunitas Ancona, Agedo Marche e On the road, volto a contrastare la crescente discriminazione nei confronti dei minori migranti Lgbtqi+. E’ la prima volta che, nelle Marche, si stipula un’intesa di questa portata. Al centro dell’attenzione, è la questione dell’intersezionalità del fattore discriminatorio relativo alla provenienza etnica, orientamento sessuale e/o identità di genere. Si tratta di soggetti potenzialmente a rischio di esclusione anche familiare e sociale, che necessitano di azioni mirate alla loro piena integrazione così come i figli delle coppie omogenitoriali, che aspettano una legislazione civile che dia loro il pieno riconoscimento quali cittadini a pieno titolo del nostro Paese.

I minori vanno tutelati e non discriminati perché rappresentano il nostro futuro. In ballo è la sorte di tanti giovani alle prese con mille difficoltà quotidiane; una platea che ancora non ha numeri ben definiti tanto che si è reso necessario creare un Osservatori ad hoc, a livello nazionale,  così da monitorare un fenomeno sempre più diffuso.