SCIOPERO TRASPORTO PUBBLICO REGIONALE MARCHE

FILT-CGIL       FIT-CISL         UILTRASPORTI Segreterie Regionali Marche                           Le scriventi comunicano la proclamazione dello sciopero di tutti i dipendenti del trasporto pubblico locale della Regione Marche.Tale decisione è scaturita dopo mesi di labili confronti con l’assessore ai Trasporti dott. Luigi Viventi e la mancanza assoluta di confronto con le Associazioni Datoriali di riferimento. I tagli già effettuati sui treni nella Regione dallo scorso 10 dicembre stanno  creando disagi ai cittadini,  ci saranno esuberi di personale ferroviario e delle attività ferroviarie in primis i lavoratori impegni nelle pulizie treni, e le OO.SS. sono già state chiamate e informate di tale situazione che si preannuncia particolarmente pesante.Sul trasporto su gomma dopo l’annuncio del taglio del 10% e che a noi risulta potrebbe essere oltre il 15 % che significherebbe ben oltre5 milioni di chilometri sottratti all’utenza e un esubero di circa 150-170 dipendenti, non abbiamo notizie, se non in via informale che gli uffici Provinciali e Aziendali stanno lavorando senza il coinvolgimento delle OO.SS. Territoriali ai tagli indicati dalla Regione. Se confermata sarebbe una beffa aggiunta al danno in quanto è più che logico presupporre che le Aziende effettueranno i tagli nei confronti delle tratte meno remunerative, incidendo in maniera drammatica ancora una volta nei confronti dei retroterra e comunità montane.Le notizie apparse in questi giorni sembra lascino spazio ad interventi del Governo Monti in favore del ripristino di una parte delle risorse sottratte, ma ancora insufficienti e non garantite sino in fondo dalla Regione Marche per un servizio, dopo la sanità, fondamentale per il diritto alla mobilità e alla salute dei cittadini.Pertanto gli autoferrotranvieri sciopereranno per 4 ore dalle 11.30 alle 15.30 il giorno 31 gennaio 2012, ferrovieri e attività ferroviarie 8 ore dalle 9.00 alle 18.00 il giorno 1 febbraio 2012. Comunichiamo infine che a gennaio convocheremo un Comitato di Settore Regionale e che è nostra intenzione proporre in quell’ambito una MANIFESTAZIONE REGIONALE a supporto dello sciopero.        

Lascia un tuo commento