Sicurezza, sindacato polizia Silp Cgil consegna proposte a parlamentari del territorio – Al via campagna su riordino carriere: “Caro senatore, caro deputato… C’è posta per te!”

 SILP – Sindacato Italiano Lavoratori di Polizia per la CgilSegreteria Regionale Marche   – “C’è  bisogno di più sicurezza e c’è bisogno di poliziotti efficienti, maggiormente preparati e soprattutto motivati. Per questo, in vista delle scadenze parlamentari relative allo schema di decreto legislativo inerente il riordino dei ruoli e delle funzioni delle forze di polizia, abbiamo inviato ai parlamentari eletti nel nostro territorio (deputati: PD: Agostini Luciano, Bianchi Stella, Carrescia Piergiorgio, Manzi Irene,   Lodolini Emanuele,  Marchetti Marco, Morani Alessia, Petrini Paolo;  Scelta Civica- Ala per la costituente liberale e popolare- Maie: Agrignani Ignazio, Vezzali Maria valentina; 5 Stelle: Terzoni Patrizia, Agostinelli Daniela, Cecconi Andrea; Forza italia: Baldelli Simone; Sinistra Italiana Sinistra Ecologica libertà- possibile: Brignone beatrice; Articolo 1 movimento democratico e Progressista: Ricciati Lara; Senatori: PD: Amati Silvana, Fabbri Camilla, Morgoni Mario, Verducci Francesco; FI PDL: Ceroni Remigio; Gruppo misto: Fucksia Serenella; Gruppo autonomo: Merloni Maria Paola, Nencini Riccardo;) un documento con le opportune proposte di modifica. Un sindacato serio e importante come il nostro accetta la ‘sfida’ di una riforma del sistema sicurezza e di un riordino delle carriere atteso da 20 anni ma vogliamo farlo in maniera partecipata, dando un contributo concreto di proposta e non solo di protesta”.Lo afferma Mercanti Fulvio, segretario regionale del sindacato di polizia Silp Cgil.“Anche nelle nostre zone – dice Mercanti  – non mancano problemi legati alla sicurezza. Abbiamo organici carenti, mezzi inadeguati e strutture spesso non all’altezza (caserme non realizzate, organici nei commissariati ridotti al minimo, specialità e specificità ridotte di organico e chiuse). Grazie alla battaglia condotta a Roma dal sindacato, abbiamo ottenuto dal governo l’appostamento di circa un miliardo di euro in 2 anni per il riordino dei ruoli e delle funzioni dei corpi di polizia. Risorse importanti che vanno utilizzate al meglio. Al vaglio della Camera e del Senato c’è, in questi giorni, lo schema di decreto legislativo che noi crediamo si possa e si debba migliorare nel segno di una maggiore equità, superando soprattutto i disallineamenti presenti tra i vari corpi dello Stato e cercando di rendere maggiormente efficiente il sistema, a vantaggio in primis dei cittadini”.Il Consiglio di Stato , ricorda il segretario del Silp Cgil, “ha espresso, nei giorni scorsi, un parere sostanzialmente favorevole al provvedimento, evidenziando però alcune criticità. Noi crediamo che le proposte di modifica che abbiamo consegnato ai parlamentari, con una campagna di mobilitazione che ci vede da tempo protagonisti in tutta Italia, siano concrete e praticabili. Soprattutto costruttive”.Conclude Mercanti: “La battaglia per una maggiore sicurezza dei cittadini  passa necessariamente da un riordino dei ruoli e delle funzioni delle forze di polizia equo e giusto. Il nostro slogan è #riordinosimanoncosi”. 

Lascia un tuo commento